Terex, l'etica dell'ipocrisia! 11-03-2009

Guarda tutti i video dal canale di "terexcusano" su youtube

Guarda tutti i video dal canale di "terexcusano" su youtube
clicca il logo

Cassa Di Resistenza

Cassa Di Resistenza
Se ti identifichi in un percorso di lotta come il nostro sostieni la causa, dai il tuo contributo alla Cassa di Resistenza: Carlo Alberto: 4023 6005 5178 6587

giovedì 30 aprile 2009

mercoledì 29 aprile 2009

Iniziativa degli operai della Terex/comedil di Cusano Milanino con l'appoggio del Comune a sostegno dei terremotati

Cari lettori, di seguito riportiamo la lettera inviata dal Comune di Cusano Milanino ai vertici aziendali a sostegno dell' iniziativa degli operai a favore dei terremotati:


Cusano Milanino, 27-4-2009

Vi scriviamo in riferimento agli ultimi accadimenti delle trattative in corso con le rappresentanze sindacali dei lavoratori alle Vostre dipendenze, con il profondo rammarico per l'interruzione registratasi nella notte di venerdì 24 c.m.

Crediamo opportuno rimarcare che ogni cessazione di attività sul territorio comunale in questo particolare momento, contribuisca a impoverire il tessuto operativo e produttivo e nel contempo leda anche la stabilità e la coesione sociale, a partire dalle stesse famiglie di questi lavoratori oggi espropriati di un lavoro che significa dignità, condivisione di impegni, strumento di partecipazione e possibilità di miglioramento per sé e le proprie famiglie.

Pur nella difficile situazione in cui oggi si trovano, questi lavoratori che hanno già collaudato la propria solidarietà nelle iniziative di sostegno e raccolta fondi condivise con i lavoratori di altri siti limitrofi, ugualmente colpiti dall'effetto domino di questa "crisi economica", hanno ritenuto di esternare un pensiero di solidarietà con le popolazioni colpite dal sisma in Abruzzo. Queste persone hanno provato anche a immaginare quale "ponte ideale" con la proprietà di Terex Comedil, un'azione congiunta e condivisa che possa mettere a disposizione, alcune gru ancora giacenti nello spazio di rimessaggio aziendale, per la ricostruzione del dopo terremoto, proponendone un assemblaggio da loro fornito con carattere di gratuità e solidarietà.

Anche noi come Amministratori sensibili ai modelli imprenditoriali di sviluppo sostenibile per il territorio, proviamo ad immaginare che possiate riprendere i contatti con i lavoratori affinchè questa triste vicenda possa avere un epilogo dignitoso e soddisfacente per le parti in causa.

Distinti saluti.


IL SINDACO

Lino Volpato

L'ASSESSORE ALLE ATTIVITA' PRODUTTIVE

Gianluca Santi


domenica 26 aprile 2009

venerdì 17 aprile 2009

domenica 12 aprile 2009

giovedì 2 aprile 2009

Radio Popolare

video
Testimonianza di Simone, operaio reintegrato Terex/comedil, su Radio Popolare.

THE BOSS & THE KILLERS

Grazie Terex,Grazie Comedil,Grazie Ron,Grazie Martina,Grazie Mara,Buon Natale anche a voi!

Terex/Comedil La solidarietà non ha confini

"......Ma veniamo ai fatti. Lo scorso 16 dicembre, dopo un estenuante periodo di difficoltà e trattative,45 lavoratori della Terex/Comedil, hanno ricevuto una lettera di licenziamento.
La Terex/Comedil produce gru per l’edilizia da circa 75 anni, da quando fu fondata nel 1927 con il nome di Ferro Spa. Passata nel 2001 a fare parte della multinazionale americana 
Terex Corporation, in cui tre anni prima era confluita la Comedil portando in dote lo stabilimento di Fontanafredda a Pordenone, l’azienda in questi 8 anni ha prodotto 3250 gru, con una flessione nelle vendite di oltre il 50% solo nel 2008, a fronte di una produzione che dal 2001 al 2007 è però più che raddoppiata, passando da 246 a 563 gru annue, con indubbi profitti per la proprietà....."
continua

Un milione alle famiglie in crisi per mutui, tasse, scuola e sanità

Un milione alle famiglie in crisi per mutui, tasse, scuola e sanità

«Un interrogativo mi tormenta: io, come arcivescovo di Milano che cosa posso fare?». Deve essersi posto a lungo, nei giorni precedenti Natale, questa domanda, il cardinale Dionigi Tettamanzi......continua
L'articolo completo della giornalista di Repubblica Zita Dazzi è qui.


Milano, la social card di Tettamanzi Un milione per chi perde il lavoro

Milano, la social card di Tettamanzi Un milione per chi perde il lavoro

MILANO - Un milione di euro per integrare il reddito dei disoccupati, dei cassintegrati e dei lavoratori per i quali si profila il licenziamento. Con un gesto a sorpresa, deciso durante i preparativi per le celebrazioni natalizie, l' arcivescovo di Milano Dionigi Tettamanzi lancia un «fondo famiglia-lavoro». L' annuncio, nella messa solenne in Duomo, il 24 notte. L' obiettivo è aiutare concretamente le famiglie della diocesi ambrosiana, la più grande del mondo, che si estende su un territorio molto colpito dalla crisi economica, con 180mila persone che rischiano di perdere il posto. Una mossa che non ha precedenti nella storia della Chiesa italiana e che ha spiazzato persino i più stretti collaboratori del cardinale, ignari fino all' ultimo di questa decisione.........continua